Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Epoca moderna e contemporanea

Il luogo dove Dio ci incontra

La Parola e la fede

di Giorgio Tourn

editore: Claudiana

pagine: 171

Giorgio Tourn e la ricchezza della fede
15,00 14,25

Gli anabattisti

Dalla Riforma radicale ai battisti

di Thomas Kaufmann

editore: Claudiana

pagine: 154

La storia degli anabattisti
14,00

Guardare alla teologia del futuro

Dalle spalle dei nostri giganti

Autori vari

editore: Claudiana

pagine: 304

Teologi e teologhe guardano alle loro radici
24,00

Il culto cristiano

Una prospettiva protestante

di Ermanno Genre

editore: Claudiana

pagine: 286

Seconda edizione ampliata
19,50

I valdesi nel secolo dei Lumi

di Gian Paolo Romagnani

editore: Claudiana

pagine: 61

I valdesi nel Settecento
6,00

Un amore

Lettere 1925-1935

Autori vari

editore: Claudiana

pagine: 253

Le lettere tra Karl Barth e Charlotte von Kirschbaum
24,00

I pentecostali in Italia

Letture, prospettive, esperienze

editore: Claudiana

pagine: 554

Il movimento pentecostale in Italia
45,00

La Riforma in Lituania

di Dainora Pociūtė

editore: Claudiana

pagine: 349

Paesi come la Lituania e la Polonia nella percezione comune difficilmente vengono associati con il movimento della Riforma protestante che nel XVI secolo riscrisse gli equilibri religiosi e politici di tanta parte d’Europa. La narrazione identitaria ottocentesca, che aveva fatto del cattolicesimo uno dei componenti imprescindibili del costrutto nazionale moderno di questi due popoli, ha finito per relegare nelle trattazioni storiche specialistiche la memoria di un’esperienza di assoluta originalità, in Italia pressoché sconosciuta al grande pubblico. Questo saggio, scritto da una delle massime studiose del tema, affronta la storia della nascita e della diffusione del pensiero protestante nei territori del Granducato di Lituania, in seguito a una secolare unione dinastica fino alla fine del XVIII secolo politicamente unito al Regno di Polonia. L’interesse del saggio è pertanto duplice: spalanca agli occhi del lettore italiano orizzonti storici e religiosi che, almeno in parte, non hanno perso nulla della loro attualità, e lo fa da un punto di vista storiografico ancora meno usuale, quello lituano. In questo libro, nato in occasione del cinquecentesimo anniversario della Riforma europea e pensato originariamente per il lettore lituano, vengono presi in esame l’operato e il carattere dei personaggi che hanno formato il pensiero evangelico nel Granducato di Lituania, il cui territorio nel XVI secolo costituiva il confine orientale del cristianesimo d’Occidente. Ora viene proposto in versione italiana, riveduta e ampliata dall’autrice, anche per il lettore italiano.
35,00

Evangelici e liberimuratori nell’Italia liberale (1859-1914)

di Marco Novarino

editore: Claudiana

pagine: 538 + 16 ill.

Il fenomeno dell’evangelmassonismo
48,00

«Religionari»

Protestanti e valdesi nel Piemonte del Settecento

di Gian Paolo Romagnani

editore: Claudiana

pagine: 309

Protestanti e valdesi nel Piemonte del Settecento
34,00

Porta Pia centocinquanta anni dopo

Un bilancio

editore: Claudiana

pagine: 126

In occasione del 150° anniversario di Porta Pia
12,50

L’Italia fra cristiani, ebrei, musulmani (secoli XVII-XVIII)

Immagini, miti, vite concrete

Autori vari

editore: Claudiana

pagine: 235

Punto di raccordo tra l’Europa protestante e il Mediterraneo musulmano, la cattolicissima penisola italiana costituisce in questo libro il luogo di osservazione per riflettere sui rapporti tra religioni nell’Europa della tarda età moderna. I vari contributi qui raccolti, opera di storici tout court, storici della letteratura, storici della filosofia, storici del libro, offrono una ricostruzione di taglio multidisciplinare intessuta di incontri tra cattolici, protestanti, ebrei, musulmani, eretici per ogni chiesa. Si intrecciano, tra storia intellettuale e storia sociale, vicende di individui che sono in primo luogo esseri umani capaci di uscire dai recinti di appartenenza per entrare in mondi aperti. Le relazioni fra le confessioni, tuttavia, non sono qui lette soltanto in termini di “connessioni” e “ibridismi”: non mancarono infatti radicate opposizioni e pregiudiziali incomprensioni, che restarono come retaggio di una divisione risalente al xvi secolo.Interventi di: Erica Baricci, Michele Bosco, Alessia Castagnino, Roberto Celada Ballanti, Nicola Cusumano, Gian Luca D’Errico, Niccolò Guasti, Yves Krumenacker, Sebastiano Martelli, Daniela Solfaroli Camillocci
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.