Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Studi biblici

Povertà e sequela

La pericope sinottica della chiamata del ricco (Mc. 17-31 parr.)

di Vittorio Fusco

editore: Claudiana

pagine: 160

Ricchezza e salvezza a confronto
11,88

La Sapienza di Salomone

Tre saggi di teologia biblica

di Hans Hübner

editore: Claudiana

pagine: 128

La Sapienza di Salomone – scrit­to giudaico di lingua greca risalente al primo secolo a.C. – è un'opera permeata pro­fondamente dallo spirito del­la Bibbia ebraica e radicato saldamente nelle tradizioni che in questa trovano espressione. Ma la Sapienza mostra pure la caratteristica peculiare di un'impronta ellenistica, an­­che filosofica, all'interno del­la quale le tradizioni veterotestamentarie vengono pensate e rielaborate, avvicinando in pun­ti significativi quest'opera agli scritti neotestamentari. I sag­gi raccolti ed editi da Hans Hübner, concepiti nell'orizzonte della teologia biblica, il­lustrano l'attualizzazione della tradizione veterotesta­mentaria nel libro della Sapienza, ne mostrano i rapporti con la filosofia greca e ne ricostruiscono la ricezione in Paolo di Tarso.
4,00

Giudei o cristiani?

I seguaci di Gesù in cerca di una propria identità

di Giorgio Jossa

editore: Claudiana

pagine: 208

Quando nasce il cristianesimo? Quando ci si trova di fronte a una religione cristiana diversa da quella giudaica? L'opinione tradizionale ha sempre considerato fondatori del cristianesimo Gesù di Nazaret e Paolo di Tarso. Ma studi recenti affermano che soltanto molto più tardi si può parlare di una religione cristiana distinta da quella giudaica e che per lungo tempo il cristianesimo altro non è stato se non una setta all'interno del giu­daismo. Confrontandosi costan­temente con questa opinione pa­radossale e con la consueta pa­dro­nanza delle fonti giudaiche, profane e cristiane, questo nuovo saggio di Giorgio Jossa illustra le tappe fondamen­­ta­li che hanno condotto al sorgere di una «identità cristiana» specifica, fornendo così un contributo chia­rificatore alla soluzione del problema della nasci­ta del cristianesimo.
16,80

L'Apocalisse e i suoi enigmi

di Giancarlo Biguzzi

editore: Claudiana

pagine: 304

Enigmatici sono nell'Apocalisse i testi ermetici sui quali da sempre si discute, misteriose sono anche le circostanze della sua composizione, e sibillino suona spesso il suo linguaggio. Questo studio che Giancarlo Biguzzi dedica agli enigmi dell'Apocalisse – meticoloso e insieme sciolto e piacevole – si fa leggere anche dai non addetti ai lavori, e di capitolo in capitolo si rivela un'inedita introduzione allo scritto che Giovanni di Patmos indirizzò a sette chiese dell'Asia Minore nel primo secolo dell'era volgare e che con i suoi rompicapi e lati oscuri continua a respingere e insieme a sedurre.
25,80

Gli uomini di Qumran

Letteratura, struttura sociale e concezioni religiose

Autori vari

editore: Claudiana

pagine: 376

Questo libro offre un'informazione solida e aggiornata sulla produzione let­teraria, l'organizzazione sociale e le concezioni religiose degli esseni di Qumran. Membri del comitato di edizione dei manoscritti del Mar Morto, gli autori forniscono una risposta documentata e di prima ma­no a problemi non di rado presentati in termini sensazionalistici: i ma­no­scritti di Qumran sono stati in parte tenuti nascosti? toccano forse aspet­ti fondamentali della tradizione giudaica e cristiana? il cristianesimo delle origini altro non era che una forma di essenismo? Al problema dei rapporti tra essenismo e cristianesimo è dedicata un'intera parte dell'opera, esemplare per l'approfondimento dei dati e la chiarezza espositiva.
29,20

Le parabole di Gesù

Come leggerle, come comprenderle

di Alfons Kemmer

editore: Claudiana

pagine: 160

Gesù ha esposto il suo annuncio soprattutto in forma di parabole che al let­tore odierno creano non poche difficoltà. Questa situazione venne a cre­arsi fin dai primi tempi cristiani, quando il vangelo ebbe varcato gli angusti confini della Palestina per essere annunciato a popolazioni di cultu­ra diversa. Quanto per gli uditori originari di Gesù era ovvio, dovette così essere adattato alle condizioni culturali delle terre di missione. In que­sto volumetto d'introduzione alla funzione e al significato delle parabole, l'autore mostra come sia possibile risalire al significato originario del­le parabole di Gesù, conducendo il lettore a sciogliere i numerosi enig­mi che si incontrano nei testi in parabola e a comprendere le interpreta­zio­ni che di essi diede la chiesa delle origini.
13,00

Mito e storia nella Bibbia

di Giovanni Garbini

editore: Claudiana

pagine: 216

La revisione progressiva dei testi della Bibbia
18,50

Il regno del nemico

La morte nella religione di Canaan

di Chiara Peri

editore: Claudiana

pagine: 256

La mitologia della morte
20,80

Prospettive paoline

di Ernst Käsemann

editore: Claudiana

pagine: 240

Aspetti inediti della teologia paolina
20,40

Da Paolo a Luca. Vol II

Studi su Luca. Atti

di Vittorio Fusco

editore: Claudiana

pagine: pp. 289-640

Questo secondo volume della raccolta di scritti di Vit­­torio Fusco dedicati alle due opere di Luca è costi­tuito da tre parti in cui si approfondiscono i rapporti fra la chiesa delle origini e Israele, si sviluppano i temi soteriologici presenti in particolare nel vangelo di Luca, e si illustrano gli elementi principali del­l'ecclesiologia lucana che permea gli Atti degli Apostoli. Come si è osservato al­l'uscita del primo volume, gli scritti che Vittorio Fusco dedica a Luca fornisco­no un saggio efficace dello stile di lavoro dell'autore, dove la penetrazione acuta dei problemi si accompagna a una grande chiarezza espositiva, e il giudizio equilibrato non rinuncia né a una cri­ti­ca sempre vigile né all'innovazione.«Il quadro che del cristianesimo primiti­vo traspare da questi scritti è assoluta­mente interessante e gli argomenti pro­posti ineludibili da quanti studiano gli anni formativi del cristianesimo»Protestantesimo
29,50

Il discorso della montagna

Utopia o programma?

di Pinchas Lapide

editore: Claudiana

pagine: 176

Un ebreo per il quale Gesù è non solo il fondatore del cristianesimo quanto il fautore di una esistenza cristiana che nel discorso della mon­tagna ha il suo grande manife­sto, in questo saggio fornisce una spiegazione per molti versi inedita delle beatitudini evangeliche. E questo grazie alla strumentazione tipica di Pinchas Lapide che, ritraducendo il greco del testo neotestamentario nella lingua d'origine, ricostruisce l'ambiente in cui venne pronunciato il più di­rompente dei discorsi di Gesù mo­strandone la consistenza e l'at­tua­lità imprescindibili anche e so­prat­tutto in momenti di crisi quali quel­li che stiamo oggi attraversan­do. Il Gesù del discorso del montagna è il Gesù che chiama a fare: fare la volontà del Padre, fare le parole di Gesù. Il discorso della montagna ha quindi implicazioni politiche, comporta la trasformazione radicale di qualsiasi struttura di dominio allo scopo di sostituire i vincoli antichi con una forma assolutamente nuova di comunità uma­na. Amare il nemico non è solo un tema da predi­ca domenicale: è un principio imposto con urgenza da una strategia dell'equilibrio che non può più essere rimandata, perché l'alternativa è quanto mai sem­plice: eliminare la guerra o esserne eliminati.
14,80

La religione dell'apostolo Paolo

di John Ashton

editore: Claudiana

pagine: 360

9,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.