Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Scritti politici

Scritti politici
titolo Scritti politici
Autore
Argomenti Storia della chiesa e della teologia Età della Riforma e della Controriforma
Storia della chiesa e della teologia
Collana Studi storici
marchio Claudiana
Editore Claudiana
Formato Libro
Dimensioni 17 x 24
Pagine 170
Pubblicazione 03/2003
ISBN 9788870164220
 
14,00
 
Spedito in 2 giorni

Il libro in pillole

  • Il primo teologo «politico» a esprimere «da sinistra» una critica della Riforma luterana
  • Per Lutero, l'uomo che «sotto il nome di Dio ha parlato e agito a nome del demonio»
  • Il teorizzatore della sovranità popolare e del diritto di resistenza al principe
Il volume raccoglie e presenta i principali scritti del periodo compreso tra l'autunno 1521 e la primavera 1525 del «profeta del cristianesimo rivoluzionario», fondatore dell'anabattismo e sostenitore di un marcato radicalismo sociale, il cui pensiero resta nodo teologico e politico cruciale per la Riforma protestante. Tale arco cronologico si estende dall'anno della separazione di Müntzer dalla Riforma luterana, per la lettura escatologico-sociale, all'anno della sconfitta a Frankenhausen della lega contadina – che reclamava l'abolizione della servitù della gleba e la distribuzione delle terre confiscate al clero in nome di una società egualitaria e senza vincoli feudali – con conseguente esecuzione dei suoi capi, Müntzer incluso. Un pensiero che si può riassumere con parole müntzeriane di immutata attualità: «È la più grande atrocità sulla terra che nessuno si prenda cura di coloro che sono in distretta, sicché i potenti fanno ciò che vogliono, com'è scritto in Giobbe 41».
 

Biografia dell'autore

Thomas Müntzer (Stolberg, Harz, 1490 circa - Mühlhausen 1525),
riformatore tedesco, durante la sua predicazione diffuse i temi rivoluzionari di un escatologismo a sfondo sociale e diede inizio (1523) a riforme liturgiche vicine alle correnti radicali dell'anabattismo. Allontanatosi da Lutero (che lo definì: "il diavolo in carne e ossa nel suo furore più selvaggio), si pose a fianco del grande movimento contadino di rivolta che fu drammaticamente represso nel sangue. Egli stesso fu giustiziato nel maggio del 1525 dopo la sconfitta dell'esercito contadino a Frankenhausen.

Emidio Campi
è professore emerito di Storia della chiesa dell'Università di Zurigo. Tra le sue pubblicazioni in lingua italiana ricordiamo: Zwingli. Scritti teologici e politici (Claudiana, 1985, con E. Genre); Via antiqua, Umanesimo e Riforma. Zwingli e la vergine Maria (Meynier, 1986); Il cardinale Giulio Spinola e gli oriundi lucchesi di Ginevra. Una controversia religiosa alla vigilia della revoca dell'editto di Nantes (Prismi, 1988, con C. Sodini); Protestantesimo nei secoli, vol. 1: il Cinquecento e il Seicento (Claudiana, 1991); Michelangelo e Vittoria Colonna. Un dialogo artistico-teologico ispirato da Bernardino Ochino (Claudiana, 1994); Protestantesimo nei secoli, vol. 2: il Settecento (Claudiana, 1997, con M. Rubboli); Il protestantesimo di lingua italiana nella Svizzera. Figure e movimenti tra Cinquecento e Ottocento (Claudiana, 2000, con G. La Torre); Ticino e Protestanti. Figure e movimenti del protestantesimo in Ticino tra Cinquecento e Novecento (Dado Locarno, 2004); La battaglia delle vocali. L'autorità della Scrittura nel dibattito protestante (EDB, 2013).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento