Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Cristiani e potere

Cristiani e potere
Titolo Cristiani e potere
Sottotitolo Sondaggi tra antichità ed epoca contemporanea
Curatore
Collana Nostro tempo, 169
Marchio Claudiana
Editore Claudiana
Formato
libro Libro
Pagine 224
Pubblicazione 05/2024
ISBN 9788868983796
 
23,50
 
Spedito in 7 giorni

Il libro in pillole

  • Chiesa e mondo nell’antichità
  • Chiesa e impero nel medioevo
  • Laicità fra diritto e teologia

I saggi qui raccolti esplorano l’atteggiamento dei cristiani nei confronti del potere, tanto nel suo esercizio quanto nella sua elaborazione teorica. In ascolto di testimonianze raccolte lungo i secoli, gli autori riflettono su autorevoli posizioni di pastori della chiesa antica, d’Oriente e d’Occidente, sul sistema teologico di Tommaso d’Aquino, su dibattiti che si sono imposti in epoca moderna e che ancora perdurano. Esperti di patrologia, storia del diritto e teologia discutono in tal modo sulla cosiddetta «laicità» e in merito alla posizione dei cristiani dinanzi al potere. Emerge così come le comunità di coloro che si professano discepoli di Gesù di Nazareth cerchino nelle sacre Scritture un indirizzo e un’interpretazione della realtà in cui sono immersi. Giungendo, a seconda della prospettiva teologica adottata e della concretezza delle vicende da cui sono provocati, a esiti più o meno divergenti.

«La vitalità storica della chiesa è legata alla società civile nel suo complesso, che dal canto suo non può trascurare “l’eccedenza dell’umano”, ossia la dimensione religiosa, spirituale, simbolica dell’esistenza. In una società plurale, evangelo e umanizzazione sono necessari per il bene comune: ragione pubblica e fede cristiana sono provocate a un confronto leale, portato avanti non solo “in nome di Cesare”, bensì disinteressatamente “in nome di Dio”. Per i cristiani non significa concepirsi come un partito che persegue interessi propri, bensì come un gruppo che si considera investito di una responsabilità verso la casa comune di cui desidera prendersi cura».
Marco Settembrini

 

Indice testuale

Introduzione di Marco Settembrini

Chiesa e mondo: testimonianze dai primi secoli
1.Non factio sed curia(Apol.39,21). Responsabilità civile e ruolo politico dei cristiani nell’Apologeticumdi Tertulliano
di Leonardo Lugaresi
2.Amici di Cesare o amici di Dio?Dalle aspirazioni mondane all’appagamento monastico nella conversione di Agostino
di Fabio Ruggiero
3.Efrem e l’ombra del potere politico
di Emidio Vergani
4.Chiesa e mondo nelle opere esegetiche di Cirillo Alessandrino: una “dimora sicura” contro insidie e nemici
di Pietro Rosa

I cristiani e l’impero in età medievale
5.Le radici teologiche della civiltà giuridica medievale in Occidente: riflessioni sulla relazione tra sapere giuridico e sapere teologico nel medioevo
di Andrea Padovani
6.Multitudo ordinata sub principis gubernatione.Alcuni cenni sull’autorità politica secondo l’Aquinate
di Fausto Arici

La laicità fra diritto e teologia
7.Una fede liberamente scelta. Osservazioni teologiche sulla fondazione della libertà religiosa nell’opera A Short Declaration of the Mystery of Iniquity (1612) di Thomas Helwys (ca 1550-ca 1616)
di Massimo Nardello
8.La laicità importuna: laicità costituzionale e libertà religiosa
di Alessandro Ferrari
9.Laicità dello Stato come questione teologica. La missione della chiesa dopo il tramonto del carattere confessionale delle istituzioni statali
di Duilio Albarello

Note sugli autori


 

Biografia dell'autore

Marco Settembrini
è professore di Ebraico e Antico Testamento alla Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna, oltre che docente presso l’Università degli Studi di Bologna.
Per i tipi Paideia, ha pubblicato Isaia in Egitto (2018), e Gerusalemme e il suo messia (2022).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.