Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Remainder

Pio IX

Un papa contro il Risorgimento

di Giorgio Bouchard

editore: Claudiana

pagine: 62

La beatificazione di Pio IX, l'ultimo papa re e grande antagonista dell'Unità d'Italia, ha suscitato discussione e perplessità in ampi settori della società italiana. Chi era Pio IX? Perché questa beatificazione oggi, in questo contesto storico e politico? Che messaggio si vuole trasmettere al mondo cattolico, al mondo pubblico e politico italiano, alle sue minoranze, segnatamente alle minoranze ebraiche e protestanti di questo Paese? A questi interrogativi rispondono Amos Luzzatto, presidente dell'Unione delle Comunità ebraiche italiane, Giorgio Bouchard, pastore valdese e saggista, e David Gabrielli con un'intervista sul "caso Mortara".
4,00 1,00

Giosuè Gianavello

di Bruna Peyrot

editore: Claudiana

pagine: 64

Giosuè Gianavello (1617 - 1690) è uno dei personaggi più conosciuti e popolari della storia valdese. Visse nel terribile secolo delle persecuzioni contro la sua comunità che difese strenuamente. Egli scelse la resistenza armata fino all'esilio, impostogli come prezzo per la pace. A Ginevra, dove si mantenne facendo l'oste, divenne un punto di riferimento per tutti i valdesi cacciati dalla loro terra, per i quali scrisse le Istruzioni militari in vista del loro ritorno (1689). Gianavello si impresse miticamente nella memoria valdese. Le origini contadine, la praticità nel risolvere le situazioni, la fede decisa, ne fanno un esempio possibile per la gente semplice. L'attualità di Gianavello sta nel suo essere comune ed eccezionale, eroico e non eroico nello stesso tempo, un paysan e un credente. Non solo nel senso che era valdese e credeva in Dio, ma credeva in "qualcosa", una condizione ormai rara per il nostro mondo moderno.
4,00 1,00

Ultime lettere dalla Resistenza

Dietrich Bonhoeffer e i suoi famigliari nella lotta contro Hitler.

editore: Claudiana

pagine: 216

«Ma è vero che i pesci hanno freddo nell'acqua, d'inverno, se non gli si accende il riscaldamento? E che stanno lì in acqua per la gran sete che hanno?». Il padre che scrive queste parole serene ai suoi bambini è Klaus Bonhoeffer, la lettera porta la data 19 luglio 1944: il giorno prima dell'attentato a Hitler che Klaus Bonhoeffer aveva contribuito a organizzare insieme al fratello Dietrich e ai cognati Rüdiger Schleicher, Hans von Dohnanyi e Justus Delbrück. Di loro – tutti uccisi dai nazisti dopo anni di detenzione, interrogatori, torture – questo libro riunisce le ultime lettere dal carcere, quasi tutte inedite in Italia, e i più toccanti ricordi dei familiari. Il volume ricostruisce la straordinaria comunione di una famiglia che seppe opporsi alla barbarie nazista, ispirata, ancor prima che da motivi politici, da un'intensa spiritualità e dai più alti valori della civiltà mitteleuropea. Un'importante testimonianza storica di grande impatto emotivo; un piccolo, prezioso manuale di etica, in cui cinque amici brutalmente divisi proseguono, agli occhi del lettore, un dialogo di affinità elettive, senza mai perdere, anche nell'estrema tensione morale, il dono della tenerezza, il senso dell'umorismo, l'amore per la cultura, la natura e il bello, nel quadro di una profonda fede cristiana.
14,36 3,59

Alfabeto evangelico

di Giorgio Tourn

editore: Claudiana

pagine: 32

Questo alfabeto evangelico cerca di dare una risposta ai più frequenti interrogativi rivolti al mondo protestante italiano e non; un'agile guida per conoscere i princìpi fondamentali di una fede religiosa che si fonda essenzialmente sulla Parole di Cristo, così come emerge dall'evangelo. Le differenze teologiche rispetto alle altre confessioni cristiane sono molteplici, talvolta radicali, e in questo volume vengono segnalate con semplicità e precisione attraverso le parole e le immagini, scelte e volute per esprimere sia con i concetti sia con i simboli una proposta di fede basata sulla libertà e la responsabilità di ogni credente. Il testo esprime un messaggio che l'immagine conferma ed estende, fissandolo nella nostra mente e stimolando la riflessione.
5,16 1,29

Daniel, un valdese giacobino

di Giorgio Tourn

editore: Claudiana

pagine: 350

Daniel, il ghetto valdese e la libertà
14,98 3,75

Lettere per l'Europa

Catalogo della mostra. Itinerante internazionale

di Filippo Melantone

editore: Claudiana

pagine: 96

La mostra itinerante internazionale "Filippo Melantone •– Lettere per l'Europa" vi invita a vedere l'umanista in modo nuovo ed in un contesto europeo. Al centro di ognuna delle sette tappe, c'è una riproduzione ingrandita di una delle lettere di Melantone. Ad ogni tappa, questa lettera si aprirà un po' di più, mostrando così un nuovo aspetto della vita dell'umanista in un diverso Paese europeo. Mentre la lettera è ancora chiusa nella prima tappa, sarà aperta e accessibile a tutti nell'ultima parte della vita di Melantone. Avrete allora familiarità con i diversi modi di leggere Melantone ed egli non sarà più per voi un libro chiuso. La mostra itinerante internazionale "Filippo Melantone • Lettere per l'Europa" sarà in Italia dal 31 ottobre 2000 e toccherà le seguenti città: • Roma: Tempio valdese di Piazza Cavour; 31 ottobre - 28 novembre 2000 • Genova: Palazzo Ducale; 2 febbraio 2001 - 25 febbraio 2001 • Venezia: Chiesa di san Vidal, 2 marzo 2001 - 18 marzo 2001 • Milano: Tempio valdese di via Francesco Sforza 12/A; 24 marzo 2001 - 22 aprile 2001 • Torino: 27 aprile 2001 - 26 maggio 2001 Organizzatori: Claudiana editrice; Melanchton Haus Bretten; Chiesa evangelica luterana in Italia Con il patrocinio del Land Baden-Württemberg e del Ministero dei Beni e delle Attività culturali.
7,75 1,94

Sguardi di donne

di Piera Egidi Bouchard

editore: Claudiana

pagine: 208

"Oltre il Decennio": questo può essere lo slogan che fonda la pista di questa raccolta di interviste. Nate in occasione del Decennio ecumenico di solidarietà delle chiese con le donne (1988-98) e raccolte nel corso di vari anni, queste storie di donne evangeliche italiane intendono rendere giustizia e "visibilità" alla presenza, all'opera e alla testimonianza di fede del "popolo di Dio" al femminile. Compito che non si esaurisce certo in una data precisa, ma che, come si è espresso il Sinodo valdese e metodista a conclusione del Decennio, deve proseguire riconoscendo "le colpe storiche delle chiese cristiane nei confronti delle donne, in contrasto col messaggio evangelico secondo il quale "in Cristo non v'è né uomo né donna" (Galati 3,28)". Tra giornalismo e storia orale, questo libro raccoglie i percorsi di vita di donne: pastore, diacone, mogli di pastore, "laiche" di diverse generazioni e condizioni, nel Nord, Centro e Sud Italia e delle Valli valdesi. Si compone così davanti ai nostri occhi uno splendido mosaico di "voci" e "sguardi" di donne, che costituisce uno spaccato di storia del protestantesimo italiano e anche del nostro stesso paese.
10,85 2,71

Melantone e l'Italia

di Salvatore Caponetto

editore: Claudiana

pagine: 104

Philipp Schwarzerd (1497-1560), che aveva grecizzato il suo cognome in Melantone (terra nera), fu uno degli uomini più colti della sua epoca, in contatto epistolare con i più grandi umanisti di tutta Europa. Chiamato da Lutero a insegnare il greco all'Università di Wittenberg, fu un fedele collaboratore e sistematizzatore del suo pensiero. La sua opera principale, i Loci communes rerum theologicarum (prima ed. 1521), più volte rimaneggiata e ampliata, ebbe un'importanza fondamentale per dare chiarezza espositiva al magma vulcanico del pensiero luterano. Tradotto in italiano tra il 1530 e il '34 dall'accademico di Modena Ludovico Castelvetro con il titolo mascherato: I Principii de la Theologia di Ippofilo da Terra Negra, ebbe un'importanza determinante per far conoscere agli italiani il pensiero di Lutero in modo organico. Melantone ebbe una fitta corrispondenza con molti italiani simpatizzanti o seguaci della Riforma, alcuni dei quali affrontarono il viaggio fino a Wittenberg. Quest'ultimo libro di Salvatore Caponetto si dedica a esplorare sistematicamente questi rapporti di Melantone con l'Italia.
9,81 2,45

La libertà religiosa in Italia e Europa

Autori vari

editore: Claudiana

pagine: 48

Il cammino per il raggiungimento di una effettiva libertà religiosa in Italia è iniziato da poco, nel XIX secolo. A che punto è giunto tale sviluppo? In Italia la libertà religiosa è un diritto acquisito? Giorgio Spini, storico di fama internazionale, analizza la situazione italiana con la sua consueta verve, mentre Gianni Long, docente universitario e esperto di diritto, offre al lettore un'interessante panoramica sul modo di affrontare i problemi collegati alla libertà religiosa e sulle soluzioni adottate nei vari paesi europei.
4,00 1,00

Il metodismo

di Giovanni Carrari

editore: Claudiana

pagine: 64

Il movimento religioso conosciuto con il nome di "metodismo" nasce in Inghilterra nel XVIII secolo per opera soprattutto di John Wesley. Le chiese metodiste oggi rappresentano una delle maggiori realtà del protestantesimo mondiale, radicato soprattutto in Inghilterra e negli Stati Uniti, ma anche in paesi quali la Corea e il Sudafrica. Anche in Italia, dal secolo scorso, esiste una vivace chiesa metodista che presenta le caratteristiche tipiche di questo movimento: l'impegno sociale e politico, l'originalità della struttura ecclesiastica e l'attenzione per i "minimi" della nostra società.
4,00 1,00

Una resistenza spirituale. «Conscentia» 1922-1927

editore: Claudiana

pagine: 430

Il settimanale "Conscientia" (1922-1927), edito a Roma dai battisti e illustrato dal pittore P. Paschetto, si indirizzava "a tutti coloro che ritengono l'avvenire d'Italia strettamente connesso con la sua rinascita spirituale". Il filosofo Giuseppe Gangale ne fece l'organo del rinnovamento, teologico e filosofico, del protestantesimo italiano. Calvino fu il nuovo simbolo: ma "Conscientia" rimase culturalmente libera, tanto che ospitò scritti di intellettuali come Piero Gobetti, Tommaso Fiore, Antonio Banfi. Questo volume si articola in tre sezioni. Nella prima viene delineata la storia della rivista: dalla nascita alla svolta rappresentata dalla direzione di Gangale, i temi dibattuti, l'intensificarsi delle polemiche e dei sequestri, fino alla chiusura nel 1927. Nella sezione antologica viene presentata una scelta di articoli, che documentano il dialogo del settimanale con i protagonisti della cultura italiana. Chiudono il volume gli indici completi degli articoli e delle recensioni: Storia della Chiesa e della teologia, Epoca moderna e contemporanea, Introduzione storica scientifica. Un'occasione per scoprire o riscoprire una figura del protestantesimo italiano di eccezionale levatura intellettuale: Giuseppe Gangale Testi di intellettuali di primo piano della cultura italiana: Piero Gobetti, Ernesto Buonaiuti, Ugo Janni ecc.
25,31 6,33

Preti sposati nel Medioevo

Cinque apologie

di Francesco Quaranta

editore: Claudiana

pagine: 148

Il celibato, lungi dal rappresentare un aspetto originario del sacerdozio cristiano, esiste in realtà solamente dalla seconda metà dell'undicesimo secolo, circoscritto alla parte occidentale della cristianità. I cinque testi medievali greci e latini, qui tradotti per la prima volta in italiano, esprimono in maniera vivace la loro lucida opposizione allo stabilirsi di questa nuova disciplina. Il libro illustra le fasi della lunghissima incubazione che fu necessaria alla creazione della norma del celibato obbligatorio, un processo sconosciuto al vasto pubblico che tende a considerare il celibato ecclesiastico quasi un dato di natura. Viene evidenziato come il divieto dell'ordinazione degli uomini sposati sia potuto scattare in seguito alla convergenza di due ideologie: una antisessuale e un'altra antimatrimoniale. Pur non toccando affatto l'attualità, lo studio dell'Autore induce a mettere in discussione la legittimità e l'utilità dell'obbligo del celibato per i ministri della chiesa cattolica.
10,33 2,58

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.