Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Il patto antico nel nuovo

Il patto antico nel nuovo
titolo Il patto antico nel nuovo
Autore
Collana Studi biblici, 132
marchio Paideia
Editore Claudiana
Formato Libro
Pagine 224
Pubblicazione 2001
ISBN 9788839406224
 
9,00
 
Spedito in 2 giorni

Il libro in pillole

  • Esegesi dei passi del Nuovo Testamento inerenti all'antico e al nuovo patto
  • Le prime comunità cristiane come "rappresentanti" del vero Israele
  • Le antiche speranze profetiche e apocalittiche
Per le chiese cristiane la definizione dei rapporti tra ebraismo e cristianesimo non è una questio­ne tra le altre, ma la que­stione, dal momento che sia per la storia sia per l'esegesi non è possibile non imbattersi in essa: per la sua origine terrena Gesù Cristo discende dalla stirpe di Davide. In una serrata analisi dei testi del Nuovo Testamen­to inerenti al patto, Erich Grässer mostra co­me le prime comunità cri­stiane non intendeva­no sostituirsi al vero Israe­le, ma rappresentarlo.
A questo si sapevano chiamate in nome di Gesù, e per questo si rifacevano alla Scrittura. Con le sue promesse e rivelazioni divine il libro antico era e restava la norma dell'interpretazione teo­logica dell'evento di salvezza Gesù Cristo.
Soltanto nel con­testo delle antiche speranze profetiche e apocalittiche era pos­sibile comprendere chi Gesù è, nel presente e nel fu­tu­ro, quale Messia, Figlio dell'uomo, Signore. E tutto ciò si lascia validamente spiegare solo per mezzo della testimonianza, tenuta in grande considerazione, «della Scrittura» – mediante un'interpretazione cristologica dell'Antico Testamento. Non solo quindi è possibile, bensì è necessario che cristiani ed ebrei riconoscano gli uni e gli altri il proprio diverso mistero e si confron­tino su di esso, poiché unico è il Dio che fa con­vi­vere i differenti misteri nell'unico mondo di Dio che è «casa di Dio».
 

Biografia dell'autore

Erich Grässer

nato nel 1927, è stato professore di Nuovo Testamento alle Università di Marburg, Bochum e, dal 1979, di Bonn. Autore di numerosi studi di esegesi e teologia neotestamentaria, è noto soprattutto per il suo grande commento alla Lettera agli Ebrei, edito nell'«Evangelisch-Katholischer Kommentar zum Neuen Testament».

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.