Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Vera religio – Bologna

Dove

Via Valdonica 1/5 Bologna

Quando

lunedì 4 marzo 2019
dalle 09.00 alle 10.00
Con Fabrizio Lelli, Giuseppe Veltri e Libera Pisano.
Con il XVI secolo l’ebraismo viene a far parte integrante della costruzione della cultura europea, concorrendo a far valere nel discorso pubblico tutto un filone di idee e di saperi fino ad allora lasciato ai margini. Ciò fu reso possibile non soltanto dalla rifioritura degli studi filologici nell’ambito della ricerca biblica e alla loro importanza nei movimenti di riforma del cristianesimo, ma anche dalle profonde trasformazioni culturali avvenute nell’Italia del XV secolo con la riscoperta dei Padri greci, di Platone, del Corpus Hermeticum. 
In questo scenario Marsilio Ficino ebbe a svolgere un ruolo di primo piano nella diffusione dell’interesse per la tradizione ebraica, legandola strettamente alla sua idea di rinnovamento religioso. Lo studio di Guido Bartolucci ricostruisce i diversi passaggi attraverso i quali il filosofo fiorentino scoprì l’ebraismo e mostra come grazie all’incontro con intellettuali ebrei che condividevano le stesse aspirazioni filosofiche e religiose egli poté avere accesso a conoscenze precluse ai contemporanei. 
L’opera e la riflessione di Marsilio Ficino esercitarono un’influenza determinante su più di un protagonista della riscoperta della tradizione ebraica nell’Europa cristiana – ad esempio Giovanni Pico della Mirandola, Johannes Reuchlin, Francesco Zorzi – e contribuiscono a comprendere meglio la funzione che questo patrimonio culturale ebbe in un periodo di profonda crisi delle istituzioni politiche e religiose.
Vera religio
Marsilio Ficino e la tradizione ebraica
Guido Bartolucci
Tradizione ebraica e cultura italiana rinascimentale


Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.