Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

L'ordine del tempo

Dove

Via San Gallo, 10 Firenze

Quando

mercoledì 9 dicembre 2015
alle 17.00
Interverranno: Vincenzo Lavenia (Università di Macerata) e Luisa Simonutti (CNR, ISPF, Milano). Introduce: Lucia Felici. Sarà presente l'autore.
Nel XVI secolo, i protestanti riformati – in primis nella Ginevra di Calvino, ma anche nella Francia ugonotta, a Londra o Berna – attuano una completa riorganizzazione del tempo, interiorizzandone una concezione originale e applicando un’etica nuova allo svolgimento delle loro giornate.

Restrizioni d’ordine spirituale regolano rigorosamente il loro rapporto con il tempo, concepito innanzitutto in relazione a Dio, del cui uso dovranno rendere minuziosamente conto.

È così che viene alla luce il moderno valore della puntualità – innanzitutto virtù spirituale, sociale e disciplinare –, che si istituiscono strutture sociali di sprone e di controllo, che si elabora un diverso calendario e nasce una nuova economia del tempo e delle sue partizioni.
L'ordine del tempo
L'ordine del tempo
L'invenzione della puntualità nel XVI secolo
Max Engammare
Le origini della concezione moderna del tempo


Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.